La mononucleosi: che tipo di malattie è, come avviene il contagio e come è diagnosticata.

Che cos’è.

La mononucleosi infettiva è un tipo di malattia che è causata da un virus, il quale infetta i tessuti orofaringei per primi. Per questo motivo, spesso la mononucleosi può essere scambiata per una faringite, cioè uno stato infiammatorio delle tonsille.

Il contagio.

La mononucleosi infettiva è contagiosa e si può prendere in diversi modi, innanzitutto con lo scambio di saliva e questo è il motivo per cui è comunemente indicata come malattia del bacio. Un altro modo in cui si prende la mononucleosi infettiva è la condivisione di oggetti come posate, bicchieri, giochi per bambini, che sono stati infettati dalla saliva di un soggetto ammalato. Un altro sistema con cui il virus della mononucleosi infettiva  si diffonde sono gli starnuti. È necessario fare molta attenzione ed evitare i luoghi affollati, dove c’è poco ricambio d’aria. Nelle scuole e negli asili è molto facile per i bambini entrare in contatto con un soggetto infetto. Riveste un ruolo fondamentale in questi luoghi la loro pulizia: posate e bicchieri devono essere lavate ad alte temperature per eliminare il virus della mononucleosi infettiva.

I sintomi.

I sintomi principali che si presentano con la mononucleosi infettiva sono mal di gola, tonsille gonfie, febbre, ingrossamento dei linfonodi del collo e delle ascelle e malessere generale che porta a uno stato di stanchezza e spossatezza. Si è studiato che nei paesi in via di sviluppo sono maggiormente colpiti i bambini piccoli, mentre nei paesi industrializzati la mononucleosi infettiva si presenta più frequentemente negli adolescenti e nei giovani di età compresa tra i 15 e i 25 anni. Negli adulti e negli adolescenti, il picco della malattia si presenta dalle 3 alle 6 settimane dopo il contagio, mentre nei bambini il periodo di incubazione è all’incirca di 2 – 3 settimane

La diagnosi.

Il medico curante di fiducia può formulare la diagnosi di mononucleosi infettiva osservando i sintomi nel loro insieme. Quando si sospetta la mononucleosi infettiva questo non basta; per confermare la diagnosi  è necessario sottoporsi a esami del sangue.

Altri dettagli: mononucleosi.eu .